Costiera amalfitana in camper….LA TERRAZZA SUL MARE


Affacciata sul mar Tirreno,la Costiera Amalfitana, è uno dei 49 siti italiani inseriti dall’Unesco nella World Heritage List: un paesaggio mediterraneo unico ed irripetibile con rocce a picco sul mare, acqua cristallina, panoramici unici, luoghi storici.

I caratteristici borghi che la costellano, simili tra loro ma ognuno con le sue tradizioni e le sue tipicità, sono assurti a simbolo della costiera e costituiscono ciascuno una meta, un percorso alla ricerca degli scorci più belli che hanno reso la costiera una tra le mete più deliziosi del nostro paese.

Fascino antico

L’esplorazione inizia dal panoramico borgo di Ravello , dall’antico fascino di esclusiva località, meta di numerosi turisti, attirati dalla bellezza della cittadina e dall’inimitabile panorama che si osserva dalle sue terrazze.

La città sorse da una rivolta di nobili di Amalfi che attorno all’anno mille, in contrasto con il doge, decisero di lasciare la Repubblica Marinara per salire in collina e quell’aria aristocratica ancora si percepisce passeggiando nella grande e panoramica piazza, dove si affacciano il duomo, numerosi locali e diversi botteghe artigianali di buona fattura.

Dopo aver sorseggiato un fresco limoncello, le sue mete principali sono Villa Ruffolo e Villa Cimbrone. La prima racchiude secoli di storia, di scambi commerciali e culturalicon il lontano oriente, caratteristiche che hanno valso la nomina di piccola Alhambra nelle “passeggiate per l’Italia” del viaggiatore tedesco Ferdinand Gregorovius.

Non meno emozionante la vista dai giardini di villa Cimbrone. Dal terrazzo dell’infinito lo sguardo si perde su quello che Gore Vidal ha definito “il panorama più bello del mondo” e dove “nasce” il desiderio di volare(F. Gregoriovius)

Fino a metà settembre Ravello è la sede dell’ omonimo Festival estivo con spettacoli di alto livello e sulla splendida terrazza panoramica di Villa Rufoso 

www.ravellofestival.com

BORGHI MARINARI

Scesi lungo la costa, incontriamo una sequenza di gradevoli paesini dalle radici antiche legate al mare e alla pesca; seppur simili tra loro, ogni borgo ha una sua peculiarità e una chicca da scoprire.

Iniziamo la nostra gita dai contigui paesi di Maiori e Minori, centri balneari tra i più frequentati per la sabbia fine. Dal gradevole lungomare alberato, Maiori vanta alcuni monumenti di pregio come la chiesa di Santa Maria al mare, dalla cupola rivestita di mattonelle ,maiolicate, o dal castello di San Nicola, alto sul colle, antica costruzione utilizzata come rifugio in caso di attacco dal mare da parte dei Saraceni.

Nella vicina Minori, dal 1997 dichiarata dall’Unesco patrimonio dell’umanità, si respira invece un clima ventilato e fresco, particolarmente apprezzato nelle assolate giornata estive.

Proseguendo sulla panoramica litoranea, s’incontra Atrani, piccola miniatura posta nella valle del Dragone, che conserva tutta la sua autenticità marinara. Il borgo è tra quelli che meglio ha conservato la struttura originaria risalente al medioevo, fatta di vicoletti, piazzette e scalinate che dalla spiaggia s’insinuano tra le abitazioni, appoggiate l’una sull’altra, in una sorta di presepe a cielo aperto. Non a caso, il paese è inserito tra i Borghi più belli d’Italia.

Passata per il momento Amalfi, troviamo l’incantevole borgo di Conca di Marini, caratterizzato dalle case a volta bianche di origine seicentesca e dalla grotta dello Smeraldo, raggiungibile sia dalla statale mediante ascensore, sia via mar, con escursioni guidate alla scoperta di queste cavità che deve il suo nome alla colorazione assunta dall’acqua, che riflette la luce che filtra dalle rocce, creando effetti cromatici che virano dal blu cobalto al turchese, al verde smeraldo. Nelle sue acque si trova un originale presepe subacqueo, in ceramica di Vietri sul Mare. posto a circa 4 metri di profondità. Alto sulla costa, invece, si trova il borgo di Furore chiamato il “paese che non c’è” a causa della sua particolare urbanizzazione, composta di case sparse lungo il pendio coltivato a viti e olivi. Il luogo è entrato nei percorsi turistici per i suoi murales, catalogato nel novero dei paesi dipinti, e per lo spettacolo naturale del celebre fiordo, una profonda insenatura nella roccia solcata dalle acque del torrente Schianto, collocato ai piedi della vallata raggiungibile tramite una lunga scala o dalla statale, dove ogni anno si tiene una spettacolare gara di tuffi.

Il luogo,magico, e incantato, si è rapportato spesso alla cinematografia, come una location per numerosi film, specie durante il periodo del Neorealismo, e alla passione, in ricordo della tumultuosa e appassionata storia d’amore tra Anna Magnani e Roberto Rossellini.

Tornando sulla litoranea, troviamo Praiano, piccolo villaggio dalla forte impronta turistica; vale la sosta la chiesa parrocchiale dedicata a San Gennaro, dalla bellissima cupola ovale in maiolica policroma. All’interno, un pregevole con una suggestiva rosa dei venti.

PERLE DELLA COSTIERA

In ultimo, ma non per importanza, le due perle più note e conosciute della costiera: AMALFI E POSITANO…

Fondata nel IV secolo a.C, antica e gloriosa Repubblica Marinara, Amalfi detenne per lungo tempo il monopolio del commercio nel Mar Tirreno, esportando i prodotti nei mercati orientali e portando in occidente spezie,profumi, tessuti e tappeti.

La disposizione delle abitazioni è di influenza orientale e ricorda i suk, con gruppi di case ravvicinate e abbarbicate sulle pendici scoscese, collegate da un labirinto di vicoli e scale.

Da non perdere ad Amalfi il duomo, un luogo meraviglioso e tra i più visitati della costiera.

POSITANO, è la cartolina universale della costiera con le sue bianche case degradanti verso il mare, raccolte attorno alla chiesa di Santa Maria Assunta. Tipiche le ripide vie costellate da botteghe, dove acquistare ceramiche e vestiti.

La leggenda narra che Poseidone, dio del mare, abbia modellato Positano per amore della bella Pasitea. Circondata dalla catena dei monti Lattari, la perla della costiera si affaccia su punta Licosa e sull’affascinante Capri, regalando un panora davvero senza parole che conquista il cuore,

La costiera amalfitana è questa, una preziosa collana di perle composta da tanti paesini ognuno con la sua storia, luogo magico, abitato da pescatori orgogliosi della propria terra.

Un antico chiosco, un limoncello, una variopinta ceramica, un panorama ad effetto, un raggio di sole che scende verso l’orizzonte. ISTANTANEE DA CONSERVARE NELL’ALBUM DELLE VACANZE PIù BELLE!!!!!!!

C1C6C4Risultati immagini per costiera amalfitana

SOSTA :

La carreggiata della litoranea è di ridotte dimensioni, con frequenti curve cieche, con ristretto raggio di sterzatura, divieto di transito su tutta la costa e sulla statale 163, consigliamo di pernottare in campeggio per usufruire al meglio dei servizi di autobus o noleggio scooter/macchina.

sito costiera : http://it.wikipedia.org/wiki/Costiera_amalfitana

campeggi in costiera e dintorni : http://www.campeggievillaggi.it/campeggi-Costiera_Amalfitana.html

dove mangiare: http://www.tripadvisor.it/Restaurants-g187779-Amalfi_Coast_Campania.html

noleggio scooter: http://amalfirentascooter.com/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: